La qualità dell’aria è peggiorata in maniera drammatica negli ultimi anni: la cronaca quotidiana ci segnala continuamente, anche a Brescia, la presenza di questa grave situazione che minaccia la salute delle persone. Le polveri sottili e ultrasottili derivanti dagli scarichi degli autoveicoli, dalla combustione prodotta dagli impianti di riscaldamento, rappresentano gli inquinanti maggiormente pericolosi perché appunto essendo sottili hanno la capacità di penetrare profondamente nei polmoni e nel sangue. L’esposizione continua a questi agenti chimici tossici è correlato alla manifestazione o al peggioramento di patologie acute e croniche del tratto respiratorio e cardiovascolare oltre che essere associate all’aumento delle allergie, dello stress ossidativo, dei problemi di infertilità e menopausa precoce.

continua a leggere su Qui Brescia

 

Share This